ed è scontro sul mes

Verso dl maggio lunedì, nodi su tavolo

Con il via libera dell'Eurogruppo all'utilizzo del Mes sulle spese sanitarie e senza condizionalità si riaccende lo scontro all'interno della formazione rosso-giallo

Redazione
Verso dl maggio lunedì, nodi su tavolo

Con il via libera dell'Eurogruppo all'utilizzo del Mes sulle spese sanitarie e senza condizionalità si riaccende lo scontro all'interno della formazione rosso-gialla. Se per il premier Conte l'obiettivo resta in ogni caso il sì al 'Recovery fund' (con un misto di prestiti e di trasferimenti e con scadenze di 25 anni) il Partito democratico si schiera compatto, dal segretario dem Zingaretti al viceministro al Mef Misiani, per promuovere il ricorso al fondo Salva Stati. E così Italia viva con Marattin: "Ok senza se e senza ma".

La premessa del responsabile dell'Economia Gualtieri è che si lavora per il 'Recovery fund' entro l'estate e che già dal primo giugno ci sarà la possibilità di finanziare la cassa integrazione e il Fondo paneuropeo di garanzia della Bei per le imprese ma per i dem sarebbe assurdo voltare le spalle ad "una grande opportunità per l'Italia". Si tratta - osserva Zingaretti - di 37 miliardi di euro "per ospedali, assunzione di medici infermieri, personale, investimenti per nuovi farmaci e cure". Niente fughe in avanti, il Mes è inadeguato, tagliano corto i pentastellati. Del resto il Movimento 5 stelle è diviso e rischia di dividersi, non solo a Strasburgo. Neanche la strategia del premier Conte di chiedere nell'Aula, quando sarà il momento, il voto sull'intero pacchetto Ue potrebbe salvaguardare l'unità M5s, visto che non è solo l'ala che fa riferimento a Di Battista ad essere intransigente su questa linea.

I 'governisti' sono più cauti ma il no al Mes è una battaglia che potrebbe essere portata avanti anche senza ascoltare eventuali ordini di scuderia da parte dei vertici. A vigilare sul dibattito interno sono anche i massimi vertici istituzionali e tra l'altro la decisione dell'Eurogruppo giunge proprio nelle ore in cui Sergio Mattarella sta limando il suo messaggio per la festa dell'Europa. In tutti i suoi interventi durante l'epidemia il Capo dello Stato aveva sollecitato le istituzioni europee ad un atteggiamento solidale e a "misure adeguate" per superare l'emergenza. Il premier Conte - che comunque ritiene il Mes uno strumento inadeguato - è quindi chiamato nuovamente ad un'opera di sintesi nella maggioranza. E i tempi della mediazione potranno non essere brevi. Intanto la prima prova per il presidente del Consiglio è però rappresentata dal dl maggio. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio
prodi: "lo Stato diventi azionista per difendere le imprese"

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Fase 2, Zaia:"I test servono solo per i piani sanitari"
"Aprirò ai lombardi, ma comprendo le ansie di Solinas"

Fase 2, Zaia:"I test servono solo per i piani sanitari"

Fase 2, Meloni: "Tagliare le tasse alle imprese"
come far ripartire l'economia, altro che i sussidi m5s...

Fase 2, Meloni: "Tagliare le tasse alle imprese"

Gli psichiatri a Speranza: "Investimenti in Dsm siano prioritari"
Di Giannantonio (Sip): "rafforzare ssn nel post pandemia"

Gli psichiatri a Speranza: "Investimenti in Dsm siano prioritari"

La Fase 2? È quella anale
riaprire sì ma in perfetta sicurezza

La Fase 2? È quella anale


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU