Incredibile nel Comasco

Prete-choc a messa: "O siete con Salvini o siete cristiani"

È accaduto a Mariano Comense, di fronte ai bambini delle elementari che stanno seguendo un percorso di preparazione alla Prima Comunione. Intervistato dalla stampa, il sacerdote conferma tutto.

Redazione
Delirante affermazione di un prete a messa: "O siete con Salvini o siete cristiani"

Matteo Salvini e la chiesa di Mariano Comense. Composizione con foto ANSA

Assurdo caso di intromissione della Chiesa in un ambito che non dovrebbe competerle, cioè quello della politica. Ancora più grave perché avvenuto durante la messa domenicale, di fronte ai bambini delle scuole elementari che stanno seguendo un percorso di preparazione alla Prima Comunione. "O si è cristiani o si sta con Matteo Salvini", queste le parole risuonate a Mariano Comense, nel Comasco, nella chiesa di Santo Stefano per voce di don Alberto Vigorelli, collaboratore della Comunità Pastorale San Francesco d'Assisi.

Il sacerdote ha pronunciato l'incredibile frase al termine della lettura di alcuni versi del Vangelo secondo Matteo in riferimento all'accoglienza degli stranieri. Contattato telefonicamente dal quotidiano locale La Provincia, il religioso conferma tutto: "Volevo dire proprio quello che le parole intendono. Ognuno di noi - afferma in relazione alle polemiche sollevate dal suo comportamento - fa politica anche quando sceglie cosa mangiare. Confermo che o si sta con Salvini o si è cristiani".

L'accaduto ha provocato l'immediata reazione degli esponenti leghisti locali, a partire dall'ex sindaco Alessandro Turati che ha definito sbagliate e fuori luogo le parole del religioso. "Sono molto preoccupato – ha detto – per affermazioni avventate e preconcette che vengono indirizzate ai miei figli da persone che dovrebbero dare loro insegnamenti sui valori cristiani da seguire".

"Essere leghista e cristiano non è una cosa inconciliabile" commenta il deputato comasco della Lega, Nicola Molteni. "È inaccettabile e di cattivo gusto - prosegue - che un prete scelga di fare dei commenti politici durante una funzione che richiama sempre molti bambini. Parlo da padre di una bambina di tre mesi, da leghista e da cristiano e quella frase mi fa davvero irritare".

"I valori del partito - aggiunge Molteni - sono in accordo con quelli del Vangelo e la nostra posizione sui migranti è ben chiara: accogliamo chi scappa da una guerra ma non i rifugiati economici". Il deputato ricorda le parole di Papa Francesco: "Proprio il Papa ha parlato di accoglienza contestualizzandola alla realtà in cui viviamo, distinguendo chi scappa da una situazione di pericolo e chi è un clandestino e parlando di prudenza. Se questo prete vuole accogliere i profughi che apra pure le porte della sua casa. Oggi vediamo 40 mila sfollati italiani senza aiuto e i profughi con vitto e alloggio pagato".

"Io non sono né razzista né discrimino le persone: quell'omelia - conclude Molteni - è stata diseducativa perché veicola ai più giovani dei concetti sbagliati. Per fortuna esistono tanti altri preti. Se il don vuole fare politica, si tolga la toga e si candidi".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Accoglie in casa 20 profughi e finisce malissimo: "Stanno distruggendo tutto"
l'accorato appello della buonista

Accoglie 20 profughi, le sfasciano la casa


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU