Spesi tre milioni di euro

Clandestini alloggiati in caserma a Montichiari, la Lega è pronta alle barricate

L'assessore regionale Bordonali: "Il governo sistema le caserme solo per piazzare aspiranti profughi, che in 3 casi su 4 sono invece clandestini"

Redazione
Clandestini alloggiati in caserma a Montichiari, la Lega è pronta alle barricate

L'ex caserma Serini di Montichiari

La ex caserma Serini di Montichiari, nel Bresciano, sta subendo lavori di trasformazione per essere destinata, secondo le intenzioni della prefettura, a diventare a tutti gli effetti un centro di accoglienza per immigrati. Tra martedì e mercoledì sono previsti i primi arrivi, nonostante le attività di modifica non siano ancora state concluse, con un'accelerazione improvvisa sul cronoprogramma causato, ufficialmente, dalla saturazione delle altre strutture utilizzate.

Muratori ed elettricisti sono al lavoro per installare al più presto tende e moduli provvisori, mentre proseguono la ristrutturazione degli alloggi militari e l'installazione di casette prefabbricate. Dopo questi nuovi arrivi, in provincia di Brescia si conteranno 2.690 clandestini ospitati in strutture dotate di ogni comfort. Nella caserma dovrebbero venirne ospitati inizialmente 130, ma come già avvenuto altrove è molto probabile che i numeri siano destinati ad aumentare.

Non sta certo a guardare la Lega, che protesta per voce del capogruppo in comune Marco Togni: "Nelle Marche e in Umbria ci sono migliaia di sfollati - dice - e il governo che fa? Spende tre milioni per i richiedenti asilo: un insulto". Il consigliere annuncia battaglia, con la promessa di "fare anche le barricate se ce ne sarà bisogno". Il consigliere regionale leghista Fabio Rolfi invita i cittadini a "scendere in piazza per protestare", ricordando come dopo le recenti emergenze ambientali la popolazione non possa subire un altro carico di criticità.

"La vicenda della ex caserma Serini di Montichiari è il terminale sul territorio bresciano di un fallimento storico del governo Renzi" ha detto l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, Simona Bordonali. "Al posto di mettere in pratica i rimpatri, come chiesto ormai da tutta Europa - spiega - il governo sceglie di continuare a promuovere gli sbarchi, con i ringraziamenti delle cooperative che lucrano su questo business. Accogliere oltre 100 richiedenti asilo in un paese come Montichiari è folle".

Tra l'altro "alla Serini c'è spazio almeno per 500 persone come ho potuto personalmente constatare durante un sopralluogo. Problematiche simili - aggiunge l'assessore - si riscontrano su tutto il territorio italiano e sul territorio lombardo in particolare, dove il governo sistema le caserme solo per piazzare aspiranti profughi, che a Brescia in 3 casi su 4 vengono riconosciuti come clandestini". In questo caso, conclude, "il costo dei lavori è di tre milioni di euro. Ed è giusto che i cittadini di Montichiari sappiano che la priorità del governo è di destinare risorse per l'accoglienza degli immigrati".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU