22 mesi a gabonese

Botte agli agenti durante un arresto, condannata una "risorsa"

Il giovane era stato bloccato in strada dopo un breve inseguimento e una quarantina fra spacciatori e passanti, per lo più stranieri, intervennero per portarlo via

Redazione
Botte agli agenti durante un arresto, condannata una "risorsa"

Foto ANSA

Quando fu arrestato dalla polizia per spaccio, lo scorso 11 settembre, in suo aiuto arrivarono una quarantina di persone che, nel tentativo di liberarlo, accerchiarono e picchiarono gli agenti. Mercoledì il ventitreenne gabonese Make Diop è stato condannato a un anno e dieci mesi di carcere per droga e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L'episodio, che aveva destato clamore per l'aggressione alle forze dell'ordine, si era verificato in piazza Alimonda. Ad arrestare il pusher erano stati gli agenti del Commissariato Barriera Milano. Il giovane era stato bloccato in strada dopo un breve inseguimento e una quarantina fra spacciatori e passanti, per lo più stranieri, intervennero per portarlo via. Due poliziotti rimasero feriti e giudicati guaribili in 20 e 25 giorni.
   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Notre Dame, la tragedia in una profezia del '400
"stefano cavaliere" aveva previsto l'incendio

Notre Dame, la tragedia in una profezia del '400

MemoFest, adolescenza e teatro
quel ponte instabile...

MemoFest, adolescenza e teatro

Sbarcati i migranti della Alan Kurdi. Vince la linea Salvini
Ora andranno in Germania, Francia, Portogallo e Lussemburgo

Sbarcati i migranti della Alan Kurdi. Vince la linea Salvini

Immigrazione, non immigrazionismo!
Rispetto delle leggi e delle regole da parte di chi approda in Italia

Immigrazione, non immigrazionismo!

Terrorismo islamico: a processo due siriani ed un marocchino
Dovranno comparire presso la Corte d'Assise di Sassari

Terrorismo islamico: a processo due siriani ed un marocchino

Clandestino pedofilo a Brescia. Borghesi tuona: "In galera al suo paese"
IL 22ENNE NIGERIANO E' ACCUSATO DI VIOLENZE SESSUALI SU UNA BIMBA DI 3 ANNI

Clandestino pedofilo a Brescia. Borghesi tuona: "In galera al suo paese"

Bonino: "Soros mi ha finanziato"
alla fine, giù la maschera

Bonino: "Soros mi ha finanziato"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU