abbandonati

L'altra faccia della verità. Quella senza albergo e solidarietà

Padre di famiglia tenta il suicidio perché senza lavoro da due anni. Salvato per miracolo

Fabio Montoli
L'altra faccia della verità. Quella senza albergo e solidarietà

Foto ANSA

La telefonata arriva alle 23 di sabato sera. All'altro capo del telefono, disperata, c'è la voce di una donna. La voce di una moglie di un marito di 40 anni. Al poliziotto che risponde urla "accorrete, accorrete, mio marito si sta lanciando dal cavalcavia sul treno".

È un folle? No. È un padre di famiglia, disperato, senza lavoro, arreso, che vuole farla finita lanciandosi sui binari della ferrovia sottostante. 

Immediatamente diverse pattuglie della Squadra Volante si dirigevano sul posto dove trovavano la donna, una padovana, in lacrime e l'uomo, in forte stato di agitazione, in bilico con i piedi su un pilastro del ponte, sotto cui passava il cavo elettrico dell’alta tensione della rete ferroviaria.

Mentre gli agenti facevano immediatamente bloccare, tramite i poliziotti della Polfer, il traffico ferroviario e la corrente elettrica, l'Ispettore coordinatore di turno, grazie alla sensibilità e all'alta professionalità di cui è dotato, riusciva a conquistare la fiducia dell'uomo, aspirante suicida e, ad instaurare con lui un dialogo tentando di dissuaderlo dal tragico gesto.

L'uomo ha raccontato al poliziotto di essere disperato perché non riusciva più a contribuire al mantenimento della famiglia in quanto da oltre due anni aveva perso il lavoro come giardiniere nei vivai del padovano e da allora non aveva trovato altra occupazione nonostante gli infiniti tentativi di ricerca.

Con la promessa di un aiuto per uscire dalla disoccupazione e un sostegno da parte delle strutture pubbliche, il quarantenne si è lasciato convincere dall'Ispettore a desistere dal gesto estremo. Dopo essere stato messo in salvo e aver riabbracciato la moglie, l’uomo è stato accompagnato in Ospedale dai sanitari del 118 per le cure del caso.

Questa volta è andata bene. Negli occhi dell'uomo una speranza si è riaccesa. Mentre continuano ad arrivare, giornalmente, giovani uomini, neri, da Paesi dove la guerra non c'è mai stata, e si aprono porte di alberghi e cancelli di solidarietà. Nel frattempo, qualche padre di famiglia, a volte, ci riesce a farla finita per la disperazione. Sempre in silenzio però.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU