I dubbi della Corte dei Conti

Perplessità riguardo al profilo economico e al notevole ritardo nell'avvio dei lavori

La Corte stende una relazione in cui evidenzia i problemi individuati nelle operazioni di restauro del Colosseo

Ismaele Rognoni
Il Colosseo di Roma

Foto wikipedia.org

La Corte dei Conti ha manifestato dubbi riguardo alle operazioni di restauro del Colosseo, in particolare sotto il profilo economico e riguardo al notevole ritardo nell'avvio dei lavori, oltre alle perplessità su "quantità e durata dei diritti (in prevalenza diritti d'uso di immagini, spazzi e informazioni) concessi allo sponsor".

L'originario avviso pubblico stabiliva che i diritti d'uso fossero concessi solamente per la durata dei lavori e non per successivi periodi mentre nel contratto stipulato è scritto che i diritti dello sponsor saranno validi anche per i due anni successivi al termine dei lavori di restaurazione completati in minima parte "senza corrispettivi aggiuntivi al contributo e che quelli concessi all'associazione avranno una durata di 15 anni a partire dalla data di costituzione (di cui non si han notizia) eventualmente prorogabili". Sostanzialmente lo sponsor ha pagato 1.250.000€ all'anno.
La Corte dei Conti conclude la relazione rivolgendosi all'amministrazione al fine "di dare impulso, in considerazione dei notevoli ritardi accumulatisi, all'attività di progettazione ed esecuzione dei lavori e di vigilare in ordine al rispetto dei tempi previsti".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU