Sicilia, Ignazio Cutro’: “Lo Stato mi ha abbandonato nel momento più delicato della mia storia”

Gaetano Montalbano
Sicilia, Ignazio Cutro’: “Lo Stato mi ha abbandonato nel momento più delicato della mia storia”
Di Gaetano Montalbano - “Da domani la mia famiglia ed io non avremo più la protezione da parte dello Stato. Eppure appena due mesi fa un boss è stato intercettato mentre parlava di me e delle rotture di coglioni che ho provocato alla mafia locale. Da domani io sarò con una normale autovettura senza vetri blindati, della quale a questo punto potrei probabilmente farne a meno” lo scrive Ignazio Cutro’, Presidente dell’Associazione Nazionale Testimoni di Giustizia. “Eppure alcune settimane fa sono stati scarcerati i soggetti che ho fatto condannare con le mie testimonianze. La mia famiglia, invece, non avrà più alcun tipo di protezione. Da domani verranno anche smontate le telecamere che consentivano ai carabinieri di videosorvegliare la mia casa. Eppure i carabinieri circa due mesi fa hanno arrestato alcune persone che, intercettate, dicevano: appena lo Stato si stanca... che gli toglie la scorta poi vedi che poi...” afferma Cutro’. “Da domani non ci sarà più la protezione che avevamo io e la mia famiglia perché secondo l'Ufficio Centrale Interforze per la Sicurezza Personale del Ministero dell'Interno ed il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, che fa capo alla Prefettura di Agrigento, io non sono più in pericolo di vita. Eppure le intercettazioni sono state pubblicate poco tempo fa. Eppure le scarcerazioni sono avvenute poche settimane fa” denuncia il testimone di giustizia che con le sue dichiarazioni ha fatto condannare in via definitiva la mafia della Bassa Quisquina nell’agrigentino. “Che messaggio vuole mandare lo Stato con questa decisione? Il Comitato, ancor prima di me, conosceva il contenuto di quelle intercettazioni. Sono stati i carabinieri ad intercettare due persone mentre dicevano: appena lo Stato si stanca... che gli toglie la scorta poi vedi che poi... Negli atti giudiziari si mette nero su bianco che ad essere intercettato è un soggetto ritenuto a capo della famiglia di San Biagio Platani, che, conversando con un allevatore del posto, parlava di Ignazio Cutrò e spiegava come il boss di Bivona si sia trovato al centro di questioni giudiziarie per colpa del testimone di giustizia", afferma Cutro’. “Cosa devo aspettarmi ora? Sono stato lasciato da solo nel momento più delicato della mia storia. Nel momento in cui qualcuno pensa di poter fare la resa dei conti. Avrei avuto meno stupore per una intimidazione, per un ritorno di attenzioni da parte della malavita nei miei confronti. Ma mai avrei immaginato di ritrovarmi da solo adesso, in questo momento. Sembra essere tornati a dieci anni fa, quando ho iniziato questa battaglia. Quando avevo paura di restare da solo sul ring contro un avversario troppo forte per me. Ma oggi lo Stato mi ha abbandonato su quel ring” denuncia il testimone di giustizia. E poi conclude”non mi resta che attendere e pregare, per me e la mia famiglia”. Gaetano Montalbano Info: gaemontalbano@gmail.com lenotiziedimontalbano.webnode.it

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio
Due date del tour europeo 'The Best Live'

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio

Siri: "Con la flat tax il ceto medio avrà più soldi"
tasse calcolate sul reddito familiare

Siri: "Con la flat tax il ceto medio avrà più soldi"

Il grande balzo della Lega: supera il 25%
il capitano sempre più inarrestabile

Il grande balzo della Lega: oltre il 25%!

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio
Due date del tour europeo 'The Best Live'

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia
l'altra rotta dell'invasione, quella meno conosciuta

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia

La Lega chiama gli elettori ai gazebo
programma comune carroccio-m5s, che ne pensate?

La Lega chiama gli elettori ai gazebo

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU