"Catena di smontaggio" di auto rubate

Furti d'auto su commissione, sgominata nel Torinese la banda dei "cannibali"

Rubavano su commissione, in base alle esigenze del mercato. Una volta "cannibalizzate" le auto, le scocche venivano abbandonate in campagna

Redazione
Furti d'auto su commissione, sgominata nel Torinese la banda dei "cannibali"

Foto ANSA

I carabinieri hanno sgominato una banda specializzata in furti su commissione di auto destinate ad essere smontate e rivendute a pezzi. L'attività d'indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ivrea, ha portato all'emissione di sette misure cautelari. Quattro persone sono finite ai domiciliari mercoledì, mentre per altre tre la Procura di Ivrea ha disposto l'obbligo di dimora; l'accusa per tutti è di ricettazione. Nel corso delle perquisizioni, i militari hanno sequestrato più di 50 centraline decodificate di autovetture che, dai primi accertamenti, risultano essere riconducibili ad altrettanti veicoli rubati. Il quartier generale della banda dei "cannibali", com'è stata ribattezzata, era a San Maurizio Canavese (Torino), in frazione Malanghero.

I militari hanno individuato una vera e propria fabbrica con una "catena di smontaggio" di auto rubate. Nel corso delle indagini, iniziate lo scorso giugno, è stato scoperto che le auto venivano rubate su commissione del titolare di una nota ditta di autodemolizioni di Torino che richiedeva, in base alle esigenze del mercato, pezzi di ricambio costosi, quali parti di carrozzeria (portiere, cofani, gruppi ottici), scatole guida e motori di particolari marche di case automobilistiche (Fiat, Ford e Alfa Romeo). Una volta "cannibalizzate" le auto, le scocche venivano abbandonate nelle campagne circostanti. I pezzi di ricambio venivano stoccati in un garage sotterraneo nella zona industriale nord di Torino. Le indagini proseguono per identificare eventuali altri complici.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato

Genova, coltivava marijuana in casa. Arrestato
i genitori non si sarebbero accorti di nulla

Genova, coltivava marijuana in casa. Arrestato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU