quel test invalsi che non piace ai buonisti

Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala

"La performance scolastica cala quando nelle classi si supera la quota del 30 per cento di stranieri, soglia cruciale da evitare"

Alfredo Lissoni
Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala

Troppi bambini stranieri in classe? Lo scotto ricade su tutti i bambini presenti. Il Corriere della sera, che lo denuncia, scopre l'acqua calda. Chi scrive è maestro ed ha vissuto sulla propria pelle il fatto di avere un paio di alunni stranieri in aula in tempi non sospetti, quando ancora l'invasione di massa non era neanche pensabile. E notare come comunque gli stranieri, se non adeguatamente seguiti da un docente di sostegno e se non pienamente padroni della lingua, non solo non imparassero, ma finissero col rallentare l'intera classe. Un problema che all'epoca si risolveva, per l'appunto, con molta pazienza e buona volontà del maestro e con l'imprescindibile presenza di un tutor, che i continui tagli all'istruzione oggi, in amministrazione controllata PD, han fatto saltare.


E stiam parlando di tempi in cui la proporzione era di 1-2 stranieri a fronte di 20 italiani, e non il contrario, come sta accadendo in certe scuole del Paese. Col risultato che, trovandosi gomito a gomito cinesi, arabi, peruviani e resto do mundo, spesso totalmente digiuni della lingua, quella nostra, restano tutti indietro. Maria Montessori si sarebbe messa le mani nei capelli, se avesse incontrato la Fedeli. Qualsiasi pedagogo sa di cosa parlo. Ma parlarne, invece, ai politici è pressoché impossibile, perché mettono avanti l'ideologia. In questo caso, quella dell'accoglienza-convivenza a tutti i costi. Anche se a farne le spese sono bimbi, italiani e stranieri, innocenti.


La scoperta del Corriere, in sintesi, è questa: di fatto nelle scuole multietniche dove gli studenti non italiani superano quelli italiani si registra con i test Invalsi un calo della rendimento. "La performance scolastica cala quando nelle classi si supera la quota del 30 per cento di stranieri, è una soglia cruciale che dovrebbe essere evitata o comunque monitorata", spiega l'autore dello studio, Costanzo Ranci, docente di sociologia economica. Le cose invece vanno meglio nelle scuole bilanciate dove nelle classi c'è un rapporto alla pari tra studenti italiani e studenti stranieri". La prassi migliore da seguire, secondo i ricercatori, sarebbe un bilanciamento nelle classi che possa essere funzionale ad un rendimento scolastico migliore. Ci voleva poi così tanto?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Che chicca la pubblicità Chicco
Famiglia tradizionale sì, ma con genialità

Che chicca la pubblicità Chicco

Lo scandalo delle spose bambine
L'EUROPA SI MUOVE, L'ITALIA DORME

Lo scandalo delle spose bambine

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica
le facce dei bambini dipinte arcobaleno

Gay pride per i bimbi della materna, esplode la polemica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU