Sabato 9 febbraio: XIX Giornata di Raccolta del Farmaco

Per la cura di chi ha bisogno

Oggi torna in tutta Italia l'iniziativa promossa dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus, con tanti volontari dai quali si possono acquistare medicinali da banco da donare alle persone indigenti

Giuseppe Brienza
Per la cura di chi ha bisogno

Foto ANSA

In farmacia viviamo in quotidiano contatto con situazioni di grave disagio” afferma il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo. “Sono sempre di più le persone che non possono permettersi un farmaco”. Verissimo, e la XIX Giornata di Raccolta del Farmaco, che si tiene oggi in Italia con migliaia di volontari a disposizione al di fuori delle farmacie aderenti, merita tutto il nostro sostegno. Una considerazione, comunque, sulla “farmacodipendenza”, fenomeno diffuso in una società che, da tempo, soffre di “asfissia dell'anima”. Una patologia, fisica e interiore, che porta milioni di persone dall’inquietudine al nervosismo, dall’insicurezza allo "stress" sistematico e, prima o poi, in un modo o nell’altro, finisce per contagiare moltissimi.

Svariati studi e diagnosi sono stati proposti per combattere questo tipo di patologie ma, direi, pochissimi risalgono alla loro vera e più profonda origine e molti meno hanno il coraggio di denunciare la radice di tutti i mali, che è in definitiva la mancanza di relazioni e, in particolare, il venir meno del ruolo della famiglia.

Indubbiamente la nostra società ha fatto passi avanti su molti aspetti. Ad esempio nel campo igienico e della medicina i progressi sono evidenti e, grazie alle più svariate nuove tecnologie, riusciamo ad alleviare il dolore e persino a curare molte malattie che prima erano considerate intrattabili. Paradossalmente, però, vediamo una società egoista e consumistica nella quale la salute umana è stata trasformata in un settore di mercato come tutti gli altri. “A volte, poi – avverte lo scrittore latinoamericano Santiago Vieto Rodríguez -, sembra che siamo intrappolati in un circolo vizioso nel quale stili di vita diffusi e malsani sono compensati con diete e trattamenti che, da un lato sostengono il consumismo, dall’altro avvantaggiano il “mercato della salute”, alimentando alla fine l’idolatria del business e il culto del denaro” (El mito del progreso, El Periódico de México, 5 febbraio 2019 - traduzione redazionale -). Vero "progresso"?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"
"hanno abbandonato chi aveva bisogno di aiuto"

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"

Fotonotizia / Milano, la Lega dice no ad Area B
stoppare sala che vuole anche aumentare il biglietto atm. raccolta firme

Fotonotizia / Milano, la Lega dice no ad Area B

Indigestione, quel peso sullo stomaco
curarsi con la fitoterapia

Indigestione, quel peso sullo stomaco

Per la cura di chi ha bisogno
Sabato 9 febbraio: XIX Giornata di Raccolta del Farmaco

Per la cura di chi ha bisogno

MON 810, il mais della discordia vietato in Italia
ogm sì, ogm no: quel regalo alla Monsanto

MON 810, il mais della discordia vietato in Italia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU