lavoro: in europa cresce, in italia cala

Aumentano i disoccupati. Ma Poletti esulta per gli "inattivi"

A novembre i disoccupati sono 57mila in più rispetto ad ottobre (+1,9%); il tasso di disoccupazione sale all'11,9% (+0,2%), il dato più alto dal 12,2% segnato a giugno 2015

Redazione
Aumentano i disoccupati. Ma Poletti esulta per gli "inattivi"

Sempre più italiani sono disoccupati, ma il ministro Giuliano Poletti esulta perchè "sono sempre di più le persone che cercano attivamente lavoro". Me cojoni, direbbe Sordi, perché passi vedere il bicchiere mezzo vuoto come se fosse mezzo pieno, ma  addirittura spacciare l'aumento di chi è in cerca d'occupazione come un dato positivo, quegli attributi citati dal comico romano li fa cascare a terra! "All'aumento dei disoccupati corrisponde una più consistente diminuzione degli inattivi", fa notare il ministro del Lavoro, "segno che cresce il numero delle persone alla ricerca attiva di lavoro". Capirai che soddisfazione!

E la situazione addirittura peggiora tra i giovani: il tasso di disoccupazione è pari al 39,4%, in aumento di 1,8 punti percentuali rispetto al mese precedente, ai massimi da ottobre 2015 (quando aveva raggiunto il 39,52%). "Tra gli occupati", mette in luce Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo, "l'unica classe di età che mostra una tendenza positiva è ancora una volta quella degli ultracinquantenni", tendenza che "appare l'effetto più delle riforme pensionistiche che non di un trend virtuoso sul mercato del lavoro". Secondo l'economista, per il 2017 c'è da aspettarsi un calo marginale del tasso di disoccupazione, all'11,5%.

A novembre i disoccupati sono 57mila in più rispetto ad ottobre (+1,9%); gli occupati 19 mila in più (+0,1%), gli inattivi 93mila in meno (-0,7%). Il tasso di disoccupazione sale all'11,9% (+0,2%), il dato più alto dal 12,2% segnato a giugno 2015. Il tasso di occupazione cresce al 57,3% (+0,1%). Su base annua gli occupati sono 201mila in più (+0,9% rispetto a novembre 2015); i disoccupati 165mila in più (+5,7%) e gli inattivi 469mila in meno (-3,4%). Nel trimestre settembre-novembre, rispetto al trimestre precedente, calano gli occupati, mentre aumentano i disoccupati (+72 mila) e diminuiscono gli inattivi (-78 mila). Nella Ue la disoccupazione risulta invece all'8,3% (da 8,4% di ottobre) e nell'Eurozona stabile al 9,8%. Il tasso di disoccupazione giovanile è sceso al 18,8% nella Ue e al 21,2% nell'Eurozona.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il Pil italiano cala ancora
Vota il tuo mini Bot: quale preferisci?
Il concorso lanciato da Claudio Borghi

Vota il tuo Mini BOT: quale preferisci?


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU