furgone imbottito di denaro

Ma quanti soldi trasportava Chaoubi? L'ombra del riciclaggio sul pendolare marocchino

Il dubbio è che l'uomo, incensurato e con permesso di soggiorno a Milano, possa essere parte di una organizzazione per traffico di droga o finanziamento all'Isis

Redazione
Ma quanti soldi trasportava Chaoubi? L'ombra del riciclaggio sul pendolare marocchino

Quello dello scorso 30 dicembre non era il primo trasferimento di soldi che Mustafa Chaoubi, marocchino di 47 anni, faceva dall'Italia verso il Marocco. E' quanto emerge dalle indagini della polizia di frontiera, coordinata dal pubblico ministero Gabriella Dotto, dopo l'arresto dell'uomo la vigilia di capodanno in porto a Genova.


Chaoubi era stato fermato con l'accusa di riciclaggio perché il suo furgone era "imbottito" di soldi: oltre 400mila euro. Ora si è scoperto che sarebbero almeno due i viaggi che il marocchino ha fatto con cifre di poco inferiori in pochi mesi. La scorsa settimana al giudice aveva detto che parte dei soldi erano suoi e altri era destinata a persone di cui non sa indicare i nomi.


Anche i 20 telefonini e la dozzina di palmari secondo il racconto erano destinati a connazionali. Il dubbio degli inquirenti è che Chaoubi, incensurato e con permesso di soggiorno a Milano, dove risiede, possa essere parte di una organizzazione: per traffico di droga o finanziamento all'Isis.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

"No rimpatrio". E le "risorse" incendiano il Centro accoglienza
Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU