"Il Bomba" verso la sconfitta epocale

Sondaggio da incubo per Renzi: il PD rischia di perdere ovunque in Lombardia e Veneto

Secondo alcune rilevazioni, il partito della sinistra uscirebbe sconfitto in tutti o quasi i collegi uninominali delle due regioni del Nord e della Sicilia. Anche Milano volta le spalle al malconcio segretario piddino

Redazione
Sondaggio da incubo per Renzi: il PD rischia di perdere ovunque in Lombardia e Veneto

Foto ANSA

La deblace definitiva per Matteo Renzi e il PD, l’ennesima dopo il referendum costituzionale e varie elezioni amministrative, è sempre più vicina. Alle politiche del 4 marzo, secondo diverse rilevazioni, il PD può perdere ovunque. Soprattutto in Veneto, Lombardia e Sicilia, dove rischia di uscire sconfitto in tutti i collegi uninominali eleggendo solo qualche parlamentare nel listino proporzionale. Sull’isola per esempio, anche in virtù della crescita esponenziale della Lega, gran parte delle sfide sarebbero appannaggio del centrodestra, ad eccezione di alcuni casi residuali in cui potrebbe spuntarla il M5S.

Ancor più grave, dal punto di vista renziano, la situazione in Veneto, dove il traino della Lega risulterebbe decisivo in tutti i collegi, con i rivali grillini e piddini che non riuscirebbero a toccare palla. Il vento dell’autonomia soffia fortissimo, grazie ai leghisti, spazzando via coloro che nel tempo si sono dimostrati nemici dell’istanze autonomiste. Discorso simile per la Lombardia, dove il referendum sul tema ha raccolto un consenso storico. Nella locomotiva d’Italia la sconfitta per il PD potrebbe assumere proporzioni mastodontiche, se si considera che alle Europee del 2014 Renzi aveva stravinto a Milano e non solo.

Sembrava l’inizio di una nuova era, mentre appena due anni dopo il PD si è risvegliato dal sogno mantenendo il Comune di Milano, col candidato renziano Beppe Sala, per un soffio e solo grazie al voto del centro, mentre nelle periferie storicamente “rosse” l’ottima performance della Lega aveva determinato la vittoria del centrodestra nei municipi (8 a 5). Schema che si è ripetuto con il referendum costituzionale, con il “No” in chiave anti Renzi che risuonava forte nei quartieri periferici. Ora il pallottoliere in mano agli uomini del PD fa piangere il “Bomba”: dalle rilevazioni emerge che la sinistra porterebbe a casa solo un paio di seggi nella cosiddetta (dalla stampa compiacente) “Milano che riparte”, con le periferie esasperate per degrado e immigrazione ingestibile pronte a votare centrodestra e soprattutto Lega.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

"Senza soldi", chiude la sede del PD a Termoli
e anche per loro...la pacchia è finita

"Senza soldi", chiude la sede del PD a Termoli


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU