Bertrand Russell e l'Islamo-Comunismo
*da Italia out out: Occidente o Barbarie
- il mito della società multietnica- (inedito e in preparazione)

Roby Guerra
Bertrand Russell e l'Islamo-Comunismo*da  Italia out out:  Occidente o Barbarie- il mito della società multietnica-  (inedito e in preparazione)

La Lega rozza e ignorante senza basi culturali? Come noto questa dinamica è il rispetto diversamente democratico e della fu sinistra radical chic, politica e culturale, quando esse non hanno argomentazioni per confutare le puntuali diagnosi leghiste o delle opposizioni sul degrado multietnico italiano, inclusa certa regressione verso l'Eurabia dell'Oriana Fallaci memoria. Eppure, forse persino il grande filosofo e matematico e Premio Nobel del Novecento, Bertrand Russell oggi sarebbe leghista! Ecco che cosa scriveva nel 1921!!! In "Theory and Practice of Bolshevism": "Il bolscevismo unisce le caratteristiche della Rivoluzione Francese a quelle della nascita dell'Islam. Marx ha insegnato che il comunismo è fatalmente destinato ad accadere; ciò causa uno stato d’animo non dissimile da quello dei primi successori di Maometto (cioè i cosiddetti “Califfi virtuosi”); tra le religioni, il bolscevismo deve essere considerato insieme al maomettanesimo, piuttosto che insieme al Cristianesimo e al Buddismo. Le ultime due sono principalmente religioni personali, caratterizzate da dottrine mistiche e amore per la contemplazione. Il maomettanesimo ed il bolscevismo sono pratici, sociali, non spirituali, impegnati a conquistare l'impero del mondo". In tempi più recenti, alla luce del divenire storico, prima Oriana Fallaci e poi Magdi Allam hanno confermato le analisi del grande filosofo e matematico inglese. Purtroppo la sinistra e una parte del mondo ecclesiastico sembrano - probabilmente in preda alla nota "Sindrome di Stoccolma" - fuori dalla storia e dalla realtà In questa fase storica cruciale per il futuro della democrazia e della civiltà anche in Italia, spiccano le denunce attualissime contro il pericolo islamico, provenienti anche da figure rilevanti della cultura di matrice etnica arabo-musulmana. Ci riferiamo al già candidato Premio Nobel, il celebre poeta vivente siriano Adonis, autore di “Violenza e Islam” (Guanda) che afferma testualmente: "Le primavere arabe? Un totale fallimento. Il pensiero arabo? Rimasto fermo al medioevo: dogmatico e prigioniero di una mentalità tribale. L’Islam? Ieri come oggi è caratterizzato dalla violenza delle guerre e delle conquiste. Il Corano? Un testo estremamente violento". Anche in “2084. La fine del mondo” dello scrittore franco- algerino Boualem Sansal, bestseller in Francia, ora uscito in Italia, che fa seguito al più noto "Soumission" di Houellebecq, l'aut aut tra civiltà e barbarie vale anche per gli islamici moderati che esistono, ma che sono deboli nel combattere il radicalismo fondamentalista. In questi mesi poi le pistole fumanti dalle cronache sono costanti, l'islamocomunismo avanza in Italia. Sindaci di Bologna e non solo ad esempio favorevoli a nuove moschee in Italia, i centri sociali rossi o black bloc, leggi Social Nazi.... mobilitati a Bologna contro Salvini (e libri strappati alla Feltrinelli) o al Brennero ecc., sempre pro migranti a prescindere e per l'accoglienza indiscriminata, pro islamici di fatto (filo palestinesi e contro Israele, a Milano contro la Brigata Ebraica il 25 Aprile!), foraggiati o tollerati dall'estrema sinistra fossile o dal PD. Sempre a Milano, persino candidati PD prossimi ai Fratelli Musulmani. Migranti e musulmani sono la nuova classe perversamente proletaria per il PD e la fu sinistra! E anche contro, in definitiva, gli interessi dell'Islam moderato potenziale. Soprattutto una mina vagante contro il popolo italiano!

Ferrara FE, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU