Javid in visita dopo falso allarme

Novichok, ministro inglese frena su pista russa

"Non vogliamo anticipare le conclusioni delle indagini sull'incidente" occorso alla coppia britannica, ha detto Javid

Redazione
Novichok, ministro inglese frena su pista russa

Foto ANSA

Sul caso Skripal, il dito del governo di Londra resta puntato contro la Russia malgrado le smentite di Mosca. Ma su quello della coppia britannica (Dawn Sturgess e Charlie Rowley) contaminata forse accidentalmente a quattro mesi e a pochi chilometri di distanza, il tono del ministro dell'Interno, Sajid Javid, si fa più prudente: niente nuove sanzioni "per ora", fa sapere Javid, pur ribadendo la convinzione che in entrambi gli episodi l'avvelenamento sia stato causato da un agente nervino Novichok, d'un tipo sperimentato 20-30 anni fa in laboratori militari sovietici.


"Non vogliamo anticipare le conclusioni delle indagini sull'incidente" occorso alla coppia britannica, ha detto Javid, visitando sia Salisbury - la cittadina in cui avvenne il tentato avvelenamento dell'ex spia Serghiei Skripal e di sua figlia - sia la vicina Amesbury, teatro di quanto accaduto a Rowley e alla Sturgess, oltre che di un falso allarme denunciato giusto sabato da un poliziotto.
   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Barista violentata, preso il presunto autore: è rumeno
Era ai domiciliari per altri reati, non poteva uscire di notte

Barista violentata, preso il presunto autore: è rumeno

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU