voleva protestare contro il dl salvini

Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese

Lena (Lega): "Il mio pensiero va alle 51 vittime innocenti, che non dimenticheranno mai quest'allucinante esperienza"

Redazione
Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese

"I fatti ci hanno dato ragione: il rapimento di cinquantun bambini cremaschi da parte del senegalese Sy non fu solo sequestro, ma sequestro di persona a scopo di terrorismo o di eversione. I soliti buonisti volevano darci a intendere che l'autore fosse un semplice disadattato incapace di intendere e volere. Oggi il pm di Milano Luca Poniz, chiedendo il massimo della pena, ha contestato questa versione: il dirottatore del bus di San Donato era perfettamente lucido, il suo gesto è stato premeditato ed accuratamente pianificato e soprattutto ha agito per motivi ideologici. In attesa del verdetto finale, il mio pensiero va ai cinquantun ragazzini, vittime innocenti coinvolte, che ben difficilmente dimenticheranno quest'allucinante esperienza". Così ieri il consigliere regionale leghista Federico Lena commenta la requisitoria del pm di Milano.

Ieri il Tribunale di Milano ha dichiarato che fu un sequestro di persona a scopo di terrorismo ed eversione quello compiuto da Ousseynou Sy, l'autista di origini senegalesi che il 20 marzo 2019 a San Donato Milanese, comune a Sud del capoluogo lombardo, sequestrò e dirottò un bus con a bordo una cinquantina di allievi, due maestre e una bidella della scuola media "Vailati" di Crema e poi lo incendiò. Se ne è detto convinto il pm Luca Poniz che ha deciso di riformulare "in corsa" una delle imputazioni contestate al 46enne: non più sequestro di persona semplice, ma sequestro di persona a scopo di terrorismo o di eversione, reato sancito dall'art. 298 bis del codice penale che punisce "chiunque per finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico, sequestra una persona". Da qui la richiesta del magistrato milanese di condannare l'imputato a 24 anni anche per strage, incendio, resistenza, lesioni con l'aggravante di aver agito con finalità terroristiche. Il principale obiettivo di Sy, ha osservato il pm Poniz in un passaggio della sua lunga requisitoria, era infatti "creare una situazione concreta di pericolo in grado di destare allarme nell'opinione pubblica e intidimdire la popolazione".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane
alassio: immigrati picchiano e derubano

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane

Torna il covid e becca i giovani
sbaglia chi pensava fosse finita

Torna il covid e becca i giovani

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate
Dati choc dell'università Milano-Bicocca. Il maggior numero tra le egiziane

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane
alassio: immigrati picchiano e derubano

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane

Treviso, gli immigrati devastano la caserma. Ira di Salvini
"non si può uscire". e loro devastano l'infermeria

Treviso, gli immigrati devastano la caserma. Ira di Salvini


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU