SITUAZIONE ESPLOSIVA

Isis, allarme nell’area sahariana

Come una peste, il proliferare del Califfato ha fatto scattare l’allarme rosso in tutti i Paesi dell’Africa sahariana

Redazione
Isis, allarme nell’area sahariana

Foto ANSA

Non solo Italia o Siria o Libia. Il pericolo Isis coinvolge l'Africa intera, sia l'area  delle coste vicine a noi e dalle quali possono arrivare jihadisti infiltratisi tra i migranti, sia il continente nero. Negli ultimi mesi, dall’Egitto alla Mauritania, sono state rafforzate ovunque le misure di sicurezza. Tra i Paesi coinvolti e a maggior rischio infiltrazione, la Tunisia, l’Algeria, il Marocco.

In Mauritania le forze governative si sono dovute confrontare con un tentativo di uccidere il presidente Abdelaziz. Il quale, da ex militare (è al potere dal 2008 dopo un golpe) ha poi imposto un controllo elevato delle frontiere.

E c’è il Mali, uno degli Stati più poveri ed arretrati nle cuore dell'Africa nera, con aree ferme all'età della pietra, ove il terrorismo islamico miete facili consensi; là il Governo ha condotto operazioni militari nell’area settentrionale grazie ad un contingente a guida francese; lo stato africano resta una mina vagante nel panorama sahariano, essendo diventato, nel periodo in cui il Nord era in mano a più gruppi jihadisti o indipendentisti, una zona franca in cui i terroristi arrivavano dall’estero sapendo di poter contare su protezioni ed ospitalità e trovando, per i neofiti, campi di addestramento.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

aaa
arrivano a milioni, ma guai se protesti

Razzisti per caso


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU