all'inizio i media han pensato a un attentato

A Roma autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata

Le opposizioni attaccano la giunta Raggi sul trasporto pubblico "allo sbando". Sos sindacati: "Mezzi vecchi, un caso al mese"

Redazione
A Roma autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata

Foto ANSA

Due autobus di linea hanno preso fuoco martedì a distanza di poche ore a Roma, prima in pieno centro e poi in periferia, ed è polemica sullo stato dei mezzi pubblici nella Capitale. E quando un denso fumo nero si è alzato in cielo nella zona dei palazzi della politica, una cronista del Tg Mediaset ha fatto capire, in diretta, di stare pensando a un attentato. Così non era, per fortuna. In mattinata, un bus di linea è andato a fuoco in via del Tritone per un corto circuito. Momenti di panico fra i passeggeri, una passante è rimasta lievemente ustionata. Danneggiato anche un negozio.

A provocare attimi di panico è stata, fra l'altro, l'esplosione di uno pneumatico del mezzo, udita anche a distanza dalla strada in cui è avvenuto l'incendio, a pochissima distanza dalle principali sedi istituzionali. Un denso fumo nero si è diffuso nella zona circostante, visibile da lunga distanza. I Vigili del Fuoco sono entrati in azione per spegnere l'incendio. La strada è stata bloccata. 

Nel primo pomeriggio un altro autobus è andato a fuoco in via di Castel Porziano. L'Atac ha avviato indagini interne, indaga anche la Procura: a rischio l'incolumità pubblica. Le opposizioni attaccano la giunta Raggi sul trasporto pubblico 'allo sbando'. Sos sindacati: 'Mezzi vecchi, un caso al mese'. Umorismo macabro sui social, con lo slogan "La Raggi: Sono arrivati gli autobus nuovi fiammanti".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini
incastrati dalle foto, ora confessano

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"
"sarebbe inaccettabile per gli altri paesi"

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"

Ce le siamo rotte della Ue!
italexit? il 66% degli italiani dice sì

Ce le siamo rotte della Ue!

Ce le siamo rotte della Ue!
italexit? il 66% degli italiani dice sì

Ce le siamo rotte della Ue!

Lasciava figlio da solo, condannata madre scriteriata
Il piccolo stava sul balcone a parlare con vicini

Lasciava figlio da solo, condannata madre scriteriata


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU