Esercito: "Militare trasferito, ferma condanna"

Maresciallo spiava soldatesse con microcamere, a processo

Il guardone è accusato anche di aver sottratto dagli alloggi di tre donne - nei quali si introduceva clandestinamente - la biancheria intima

Redazione
Maresciallo spiava soldatesse con microcamere, a processo

Un maresciallo dell'Esercito è stato citato in giudizio con l'accusa di aver piazzato delle microcamere nascoste in due spogliatoi di una palazzina adibita al personale militare femminile e di averne installate un paio anche nei singoli alloggi delle soldatesse. Lo rivela GrNet.it, network di informazione su sicurezza e difesa. I fatti sono accaduti nella caserma 'Severino Lesa' di Remanzacco (Udine).
L'Esercito, da parte sua, conferma "la massima collaborazione con gli organi inquirenti, affinché venga accertata la verità dei fatti" ed ha provveduto a trasferire il militare in un'altra sede.


Sarebbero 23 le vittime del maresciallo, 53 anni, presunto "guardone", accusato anche di aver sottratto dagli alloggi di tre soldatesse - nei quali si introduceva clandestinamente - la loro biancheria intima. Il maresciallo dovrà presentarsi davanti ai giudici il 4 ottobre prossimo. L'Esercito ribadisce la "totale intransigenza e ferma condanna nel perseguire i comportamenti che violano l'etica militare.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

"Trump? Mi violentò in un camerino"
ricostruzione surreale e sospetta

"Trump? Mi violentò in un camerino"

Esami di maturità don Milani contro le mode a Scienze umane
“Lettera a una professoressa”: mezzo secolo dopo

Esami di maturità don Milani contro le mode a Scienze umane

Il diavolo e l’acqua santa
Partito radicale a congresso… all’Antonianum

Il diavolo e l’acqua santa

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin
Tradotto in italiano il film sulla “Grande fame” in Ucraina

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin

Mineo chiude: la pacchia è finita
il celebre centro accoglienza chiude i battenti

Mineo chiude: la pacchia è finita


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU