Contrordine compagni

Rimborsopoli, Di Maio si rimangia la parola e non caccia i "furbetti"

Secondo il Giornale la cacciata dei cosiddetti "impresentabili" sarebbe fasulla, una sceneggiata a uso e consumo della campagna elettorale. Ora che i grillini vogliono trovare una maggioranza, anche i loro seggi fanno comodo

Redazione
Rimborsopoli, Di Maio si rimangia la parola e non caccia i "furbetti"

Foto ANSA

Luigi Di Maio pareva inflessibile con i "furbetti del rimborsino", con chi taroccava i bonifici. E con i massoni candidati per il movimento. Pareva. Costoro, assicurava prima delle elezioni, sono fuori dal M5S. Tant’è che pareva fosse stato firmato un accordo privato per la rinuncia al seggio da parte dei cosiddetti “impresentabili”. Ma forse era solo una bufala, una sceneggiata, una pantomima da campagna elettorale, allo scopo di apparire inamovibile sulla questione morale agli occhi degli elettori.

Il Giornale racconta che la cacciata dei "furbetti" sarebbe solo presunta. Una finta. Ben otto dei cosiddetti “impresentabili” sono stati eletti nelle liste grilline. Ma con Di Maio a caccia di seggi nel tentativo disperato di formare un governo, il loro allontanamento pare sempre più improbabile. Secondo il quotidiano milanese nessuno di loro avrebbe depositato alcun “atto di rinuncia alla proclamazione", né risulterebbero cause per danno di immagine avviate dai leader pentastellati. Il comitato dei probiviri del M5S sarebbe infatti in procinti di riaccogliere tra le proprie braccia tutte le “pecore nere”. Non si sa mai.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Insulta Salvini e aggredisce un carabiniere. Denunciato rumeno
inferocito per essere stato richiamato all'educazione stradale

Insulta Salvini e aggredisce un carabiniere. Denunciato rumeno

Riuscito trapianto di faccia a Roma
ora in coma farmacologico

Riuscito trapianto di faccia a Roma

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese
la ragazzina per disperazione si è tagliata i polsi

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU