Le parole del nuovo presidente

Trump, il primo discorso dopo la vittoria: "Cercheremo alleanze e non conflitti"

"Guarderemo agli interessi dell'America e ci comporteremo in maniera giusta con le altre nazioni. Ogni americano vedrà realizzato il proprio potenziale"

Redazione
Trump, il primo discorso dopo la vittoria: "Cercheremo alleanze e non conflitti"

Il presidente Trump

"Vi prometto che non vi deluderò, faremo un lavoro eccellente" sono le prime parole di Donald Trump dopo la vittoria, parlando ai suoi sostenitori all'Hotel Hilton a New York. "Spero che alla fine dei 4 anni - ha aggiunto - e forse anche 8 anni, direte che veramente valeva la pena lavorare per questo e che sarete orgogliosi di ciò che abbiamo fatto. La campagna è terminata ma il nostro lavoro è appena all'inizio". Il nuovo presidente americano ha inoltre aggiunto: "Noi andremo d'accordo con tutte le persone che vorranno andare d'accordo con noi. Cercheremo alleanze e non conflitti".

"Ho appena ricevuto una chiamata dal segretario Clinton. Si è congratulata con noi, e sottolineo con noi, per la nostra vittoria e mi sono congratulato con lei per una campagna molto dura in cui ha combattuto con le unghie e con i denti. Hillary ha lavorato molto duramente e dobbiamo esserle grati per quello che ha fatto per il nostro paese. Ora è arrivato il momento di curare le ferite della divisione. Ora repubblicani e democratici devono riunirsi in un popolo solo" ha detto Trump intervenendo al quartier generale dei repubblicani.

"Mi impegno di fronte a ogni cittadino di questo paese per essere il presidente di ogni americano. A quelli che hanno scelto di non appoggiarmi mi rivolgo per ricevere indicazioni per unirci come un unico paese. La nostra non è stata una campagna ma un movimento grande e incredibile", ha ammesso il tycoon. "Lavorare insieme ci porterà alla ricostruzione della nostra nazione e al rinnovamento del nostro paese. C'è un grandissimo potenziale e il nostro paese ne ha così tanto e ogni singolo americano vedrà realizzato il proprio potenziale. Metteremo a posto le città più povere, ricostruiremo ponti, autostrade e tunnel, le nostre infrastrutture che non saranno seconde a nessuno. Creeremo milioni di posti di lavoro in questa fase. Infine ci occuperemo dei veterani così leali al nostro paese. Dobbiamo riprenderci il destino del nostro paese e sognare in grande, sogni di successo".

"Voglio dire alla comunità internazionale che metteremo sempre gli interessi dell'America dinanzi e ci comporteremo in maniera giusta con le altre nazioni": così Donald Trump ha festeggiato la sua vittoria delineando il programma in politica estera. "Lavoreremo con tutte le nazioni che saranno disponibili a lavorare con noi: l'America non si accontenterà più di nulla che non sia il meglio. Dobbiamo rilanciare il destino del nostro Paese, il suo grande sogno, con coraggio e audacia". Trump ha promesso "un progetto nazionale di rinnovamento", ha preannunciato che raccoglierà le menti "migliori e più brillanti". Il tycoon ha inoltre assicurato: "Raddoppieremo la nostra crescita e avremo l'economia più forte del mondo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU