presidenziali usa

La vittoria di Trump: popolo due, élite zero!

Tutte le medie dei sondaggi e tutte le previsioni erano per una vittoria di Hillary Clinton, con una forchetta che andava da un minimo del 71% ad un massimo del 99%

Ennio Castiglioni
la vittoria di Trump: popolo due élite zero!

Simpatizzanti di Trump a Sydney, Australia. Foto ANSA

Popolo due élite zero! Dopo la scelta del Regno Unito di lasciare l’Unione europea, il tycoon repubblicano, Donald Trump, ha vinto le elezioni americane. Quando anche gli ultimi sondaggi su Brexit, quelli arrivati a chiusura delle urne davano gli europeisti avanti di due punti e mentre i broker dei mercati, le ambasciate e tutti i filo – Ue brindavano sono incominciati ad arrivare i risultati veri, quelli che hanno visto gli euroscettici vincere con circa un milione di voti di scarto, è infatti finita 51,9% per il Leave e 48,1% per il Remain.

Sull’altro fronte, quello delle elezioni presidenziali, nessuno, proprio nessuno ha saputo vedere quello che succedeva nella società americana e intuire la forza dell’elettorato che ha portato alla vittoria di Trump. Tutte le medie dei sondaggi e tutte le previsioni erano per una vittoria di Hillary Clinton, con una forchetta che andava da un minimo del 71% ad un massimo del 99%. Oggi sappiamo invece che il prossimo Presidente a varcare la soglia della Casa Bianca si chiamerà Donald Trump.

I due eventi sono, a mio avviso, strettamente collegati. Sono il segnale inequivocabile che le persone, i cittadini sono stanchi di essere presi per il culo dai soliti giornaloni e dalle solite televisioni, che fingendo di essere i cani da guardia del potere ne sono solo i più servili lacchè. Sono quei mezzi d’informazione che ci raccontano di come tutto vada per il meglio, di quanto sia indispensabile l’Unione europea, che grande conquista sia stata l’introduzione dell’Euro, di quanto siano utili per la nostra società i profughi che arrivano da ogni parte del mondo. I sondaggi poi, lungi dal voler oggettivamente prevedere un evento, servono solo ad orientare ed addomesticare il consenso.

Ma il giochetto non funziona piu! Le persone pensano e decidono con la loro testa e i depositari del potere non sanno più che pesci pigliare sono nel panico più totale, non riescono più ad influenzare le scelte del popolo. Insomma non contano più un beato cazzo!

Pensate cosa ha avuto il coraggio di scrivere Fabrizio Rondolino, già lothariano (servo) di Massimo D’Alema (Mandrake), ora giornalista dell’Unità e renziano di ferro: “Il suffragio universale comincia a rappresentare un serio pericolo per la civiltà occidentale”. Questo leccapiedi ha scritto quello che molti altri come lui, rappresentanti della famosa gauche caviar, probabilmente pensano: il popolo va bene sino a quando vota come gli viene suggerito, o meglio detto, dai media a libro paga, altrimenti meglio che stia buono e zitto.

Già non votiamo più per le Province, con la riforma costituzionale non ci vogliono far votare più per il Senato e siamo governati, a suon di balle, da un Premier non eletto. Le occasioni per far sentire la nostra voce sono sempre più rare. Ricordiamoci di farlo il 4 dicembre. Con un bel NO facciamo il 3 a zero!

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU