L'aggressore è morto in ospedale

"Allah akbar". Ed è mattanza a Melbourne

La polizia australiana sta trattando l'attacco come un atto terroristico. Sull'auto dell'uomo sono state trovate bombole di gas

Redazione
Attacco di Melbourne, è terrorismo

Foto ANSA

E' morto in ospedale l'uomo che ha aggredito oggi a coltellate tre passanti a Melbourne uccidendone uno e ferendo gli altri due: lo ha reso noto la polizia, riporta il Guardian. L'uomo aveva cercato di aggredire anche un poliziotto ma era stato raggiunto al petto da un proiettile sparato dalla polizia.

La polizia australiana sta trattando l'attacco come un atto terroristico. Sull'auto dell'uomo sono state trovate bombole di gas. Come è noto, l'uomo ha dato alla fiamme il veicolo - un pick up - prima di aggredire i passanti.

E l'Isis, tramite la sua agenzia Amaq, ha rivendicato l'attacco in Australia. L'accoltellatore, secondo l'agenzia, era uno dei "combattenti" dello Stato islamico. Un testimone oculare aveva raccontato che prima di essere ucciso dalla polizia l'aggressore aveva gradito "Allah Akbar" (Di è il più grande). Secondo il Daily Mail era un terrorista somalo noto alle agenzie anti-terrorismo australiane a livello statale e nazionale e avrebbe avuto legami con gruppi estremisti nordafricani.
   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Morta banda ladri di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso
di origine serba, risiedevano in campo nomadi

Morta banda di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso

In Canada si abbattono le croci per far posto all'Islam. Barghout: "Pessimo segnale"
la denuncia della studentessa italo-marocchina di padova

In Canada si abbattono le croci per far posto all'Islam. Barghout: "Pessimo segnale"

Gli Emirati: "Attenti all’estremismo in Europa"
La sicurezza prima della libertà di parola

Gli Emirati: "Attenti all’estremismo in Europa"

Autobomba esplode a Londonderry
la Polizia: "Nessun ferito". C'è una seconda auto sospetta

Autobomba esplode a Londonderry

Se è rossa la violenza soprassediamo!
Vera aggressione squadrista contro il deputato AfD Frank Magnitz

Se è rossa la violenza soprassediamo!

Buonisti scatenati a Davos: "Il mondo rifiuta il populismo"
han fatto bene gli usa a disertar l'incontro

Buonisti scatenati a Davos: "Il mondo rifiuta il populismo"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU