Follia a Foggia. Non sono più italiano

Giovanni dAustria
Follia a Foggia. Non sono più italiano

E' sconvolgente vedere, ancora una volta grazie a "Dalla vostra parte", come nei pressi di Foggia, dove c'è il "famoso" CARA (centro di accoglienza) c'è, parallelo e fuori dai recinti stabiliti, una cittadella di baracche abusive dove vivono, o vivrebbero circa mille persone, senza documenti, senza controlli, senza diritti, che fanno quello che vogliono. Prendono la corrente elettrica abusivamente dal centro di accoglienza sotto lo sguardo di poliziotti, carabinieri e finanzieri che si sono visti, impalati, davanti alla telecamera. Tutti sanno. Forze dell'odine, amministratori locali, politici, governo. Tutto tace. Gente senza documenti e diritti fa i propri comodi a spese nostre. E se uno di noi, uno qualunque, una persona per bene che ha lavorato una vita, non ha tutto a norma in casa, anche una banale presa di corrente, è perseguito e forse perseguitato da quel forze dell'ordine che non muovono un dito contro delinquenti e clandestini. Perché il governo fantoccio che abbiamo tutela stranieri e massacra gli italiani. E se uno utilizza la parola negro o zingaro è addirittura, se giornalista, perseguito. Ipocrisia a tonnellate. Ebbene, da adesso NON SONO PIU' ITALIANO. Non riconosco più questo ex stato, questo governo, la genia che ci amministra. NON SONO PIU' ITALIANO e non lavorerò più qui, né pagherò più un centesimo di tasse. Non è accettabile che continuiamo a soffrire in questo schifo di letamaio. E gente come la Malpezzi, Librandi e company fanno pena quando sorridono e scuotono la testa insegno di disapprovazione e continuano a dire cose inconcepibili. Sembra vivano in un altro mondo. Difendono le loro politiche che, secondo me, sono folli. Sono follia. La Marina Militare è diventata, ha detto Gasparri, una sorta di organizzazione di scafisti paralleli. Stiamo distruggendo un paese e costruendo un ammasso di sterco. Ora basta! Basta. E' ora di riprenderci la dignità e la libertà che ci è stata tolta. Fuori i clandestini. Fuori dalle palle! L'unica strada che vedo, purtroppo, è una rivolta civile che prima o poi metterà fine a questo scempio inaccettabile.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè
Avanti, in Italia ci sono soldi per tutti

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU