il club delle galassie / 6

UFO, teste coronate e teste svalvolate

0
Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni è insegnante di religione e scrittore, socio del Centro Ufologico Nazionale, si occupa da molti anni di ufologia; milanese, già collaboratore del Nuovo Giornale di Bergamo, ha al suo attivo diverse collaborazioni per le principali riviste del settore: Notiziario UFO, Dossier Alieni, Giornale dei misteri, X-files, UFO dossier X, UFO Notiziario del CUN, Oltre la conoscenza, Oltre l'ignoto. Autore di programmi radiotelevisivi e consulente esterno per trasmissioni Mediaset, spesso in TV, ha realizzato diverse opere multimediali per Peruzzo; autore dell'enciclopedia Misteri e verità, ha altresì gestito un videotel ufologico ed è autore di 24 libri sugli UFO.

UFO, teste coronate e teste svalvolate

Sono molti i politici ed i capi di Stato che si sono avvicinati alla questione degli UFO, da Carlo d'Inghilterra, affascinato dall'enigma dei cerchi nel grano, a Giuliana, ex regina d'Olanda e, in Spagna, la regina Sofia, moglie di Juan Carlos di Borbone. "Se numerosissime testimonianze UFO hanno trovato spiegazione, sussistono casi rimasti senza risposta", dichiarò nel 954 il ministro francese della Difesa Robert Galley; "si sono avute in Francia osservazioni radar inspiegate e così pure testimonianze di piloti militari relative agli UFO". Peccato che quest'inversione di tendenza si sia scontrata, negli anni Novanta, con la cappa d'omertà imposta dal Ministero della Ricerca guidato da Hubert Curien (1988-1993), membro della Trilateral come il nostro Mario Monti. In quegli anni il problema UFO fu o screditato o insabbiato.


Un UFO fu invece visto dal duca e Primo Ministro spagnolo Adolfo Suarez (Unione del Centro Democratico). Il "compagno" stava ritornando in patria da una visita in Germania, nel febbraio del 1980, quando improvvisamente "una sfera multicolore veniva avvistata e rilevata anche dai radar di bordo" dell'aereo su cui viaggiava, "senza poter essere identificata". "Successive investigazioni", scrisse il giornale iberico Abc, "provarono che lo spazio aereo in quel momento era totalmente libero".


Il 20 ottobre 1963 il presidente della Repubblica italiana Antonio Segni (DC) stava uscendo in macchina dalla sua tenuta di Castel Porziano, a Roma, quando improvvisamente vide in cielo "un oggetto volante discoidale, color grigio metallico, composto da due piatti sovrapposti". "Torniamocene subito a casa", pare abbia detto al suo autista, che si affrettò a fare dietro-front. Agli UFO credeva Gulio Andreotti, che ne fu informato dal console ufologo Albrto Perego; nel 1984 il socialista Bettino Craxi si disse disponibile ad affidarne lo studio al CNR, ma il ministro della Difesa Spadolini gli si oppose.


Agli UFO si interessò il presidente filippino Marcos. Putin non ci crede, Cameron invece sì ("Sono convinto che siamo visitati da forme di vita provenienti dallo spazio esterno"). Miyuki Hatoyama, moglie del premier comunista giapponese Yukio Hatoyama (detto "l'alieno") ci crede anche troppo e va raccontando di essere stata su Venere. "Mentre il mio corpo era addormentato, la mia anima salì in cielo su un UFO a forma di triangolo e arrivò fino a Venere. Era un luogo molto bello e molto verde", ha scritto nella sua biografia. Per non essere da meno, la principessa del Giappone Kaoru Nakamaru, nipote dell'imperatore Meiji, ha a sua volta rivelato di essere in contatto telepatico con un alieno dal nome assai poco alieno, Quentin. "Con la sua navicella mi segue ovunque io vada a fare seminari". Darle magari un passaggio, no?

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU