Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni è insegnante di religione e scrittore, socio del Centro Ufologico Nazionale, si occupa da molti anni di ufologia; milanese, già collaboratore del Nuovo Giornale di Bergamo, ha al suo attivo diverse collaborazioni per le principali riviste del settore: Notiziario UFO, Dossier Alieni, Giornale dei misteri, X-files, UFO dossier X, UFO Notiziario del CUN, Oltre la conoscenza, Oltre l'ignoto. Autore di programmi radiotelevisivi e consulente esterno per trasmissioni Mediaset, spesso in TV, ha realizzato diverse opere multimediali per Peruzzo; autore dell'enciclopedia Misteri e verità, ha altresì gestito un videotel ufologico ed è autore di 24 libri sugli UFO.

Tornano gli UFO in Italia: segnalazioni da nord a sud

Foto ANSA

extraterrestre portami via

Tornano gli UFO in Italia: segnalazioni da nord a sud

Sbarcano gli UFO in Israele

a volte ritornano...

Sbarcano gli UFO in Israele

La bestia di Exmoor sulla stampa polacca

mutilazioni animali nel regno unito

La bestia di Exmoor sulla stampa polacca

Il primo a parlare della misteriosa "bestia mannara" che già nei secoli scorsi mutilava animali in Gran Bretagna, dandole dignità letteraria, fu sir Artur Conan Doyle, che le dedicò addirittura un romanzo, Il mastino dei Baskerville. Ove si immaginava un gigantesco molosso fantasma, dal viso orribile, che ululava nella brughiera causando la morte della famiglia Baskerville. Una finzione letteraria, che nel romanzo trovava una spiegazione convenzionale in onore della razionalità tirata all'eccesso del detective di Baker Street, ma tratta da un preteso evento reale, la presenza, lungo le coste inglesi, di un essere infernale, di forma canina. Spiegato, nell'Ottocento e nei primi del Novecento, come un'entità fantasma. Insolitamente tangibile e reale, però. "Il mastino dei Baskerville è ritornato ad ululare nella desolata brughiera di Dartmoor", avrebbero scritto i giornali, anche italiani, il 28 marzo 1989. Circa un non meglio identificato "animale nero lungo un metro e mezzo", visto da parecchi testimoni lungo le alture del parco nazionale del Devon, la stessa contea ove Conan Doyle aveva ambientato l'avventura di Sherlock Holmes. La polizia di Bovey Tracey, uno dei maggiori centri della zona, aveva ricevuto numerose segnalazioni da allarmatissimi agricoltori, che dicevano di aver visto sulle alture un animale a metà strada fra un alano e una pantera. "È un grosso mistero", commenterà un portavoce della polizia. "Negli ultimi otto anni abbiamo sempre sentito parlare della bestia di Exmoor, un misterioso felino che ha fatto stragi di pecore sulle alture di quel parco nazionale un centinaio di chilometri a nord di Dartmoor. Ma qui, a parte la leggenda del mastino di Sherlock Holmes, non avevamo mai avuto a che fare con dei mostri". Di seguito, diverse fotografie (dubbie) della Bestia di Exmoor...

Quando il Ministero della Difesa italiano "scaricò" la questione UFO

la palla la cnr. e invece no...

Quando il Ministero della Difesa italiano "scaricò" la questione UFO

Milano, quell'UFO sul Pirellone. E la Hack che diceva che...

la metropoli nel panico

Milano, quell'UFO sul Pirellone. E la Hack che diceva che...

Pertini: "Gli UFO? C'è chi li ha visti, io no"

parola di presidente

Pertini: "Gli UFO? C'è chi li ha visti, io no"

Quando Lauro disse: "Dobbiamo difenderci dagli alieni"

L'Unità, edizione di Roma 8-10-55. Dall'archivio del console Alberto Perego

ufo, le autorità ci credono

Quando Lauro disse: "Dobbiamo difenderci dagli alieni"

Se di Bill Clinton si ricorda una battuta, “Se dovessimo essere attaccati da alieni provenienti dallo spazio non ci sarebbe partita”; meno noto è il fatto che autorevoli esponenti delle lobbies internazionali, come del mondo politico-militare internazionale siano stati negli anni ossessionati (scioccamente) dall’idea dell’invasione aliena. Il 7 agosto 1955 il generale Douglas McArthur, a colloquio con l'armatore italiano Achille Lauro a  New York, aveva invitato le nazioni della Terra a fronteggiare un “possibile attacco dei dischi volanti”; il generale d’aviazione francese Lionel Chassin, quando era ancora comandante in capo della Difesa aerea, nel marzo 1955, affermava che i dischi volanti rappresentavano "una squadra di sorveglianza dei mondi arretrati che moltiplica i voli d'osservazione da quando i terrestri, avendo cominciato a scoprire il segreto dell'atomo, sembrano poter divenire pericolosi per gli altri mondi". Il delegato del Portogallo Vasco Garin,  all'assemblea delle Nazioni Unite del 27 ottobre 1959, di fronte ad una proposta sovietica di disarmo nucleare, sbottava: "Le nostre forze, comprese quelle dell'Unione Sovietica, farebbero una meschina figura se noi avessimo solamente coltelli o fionde con cui difendere noi stessi da parte di un'invasione di un altro corpo celeste". Il 15 settembre 1959 il deputato laburista australiano W.F. Crabtree (poi Ministro al Territorio) invitava il Ministro per la Difesa civile Robert Heffron a “prendere precauzioni contro rappresaglie aliene”. "C'è un definito rischio che esseri superiori dallo spazio esterno possano partire per fare rappresaglie se noi continuiamo questo indiscriminato lancio di missili interspaziali", scriveva. 

Ecco gli X-files cinesi

un fenomeno di portata mondiale

Ecco gli X-files cinesi

Anche Oltre la Grande Muraglia i dischi volanti vengono regolarmente avvistati, filmati o fotografati, presentandosi con caratteristiche identiche ai loro "cugini" del mondo occidentale. I fei di (dischi volanti) non disdegnano di sorvolare i grandi spazi e di farsi immortalare, generando stupore e paura nella popolazione locale. Ecco le schede degli X-files degli ufologi dagli occhi a mandorla.

Gli UFO all'Onu

quando si chiese alle nazioni unite di investigare

Gli UFO all'Onu

Recentemente Wikileaks ha scoperto l'acqua calda, che il premier di Grenada avesse chiesto negli anni Settanta l'istituzione di una commissione ONU per lo studio degli UFO. Come rivelazione, quella di Assange, è un po' deludente: sarebbe bastato consultare qualsiasi libro di ufologia per conoscere l'iter della Commissione mancata (di cui avrebbero dovuto far parte Hynek e Vallée), saltata perché un colpo di Stato orchestrato dagli USA di lì a poco depose il presidente dell'isola, che era il principale sostenitore del progetto. Ma tant'è. Ecco i veri documenti dell'epoca...

Il principe Carlo d'Inghilterra vede un UFO

sangue blu, paura blu

Il principe Carlo d'Inghilterra vede un UFO

Correva l'anno 1986, giugno, ed il principe Carlo d'Inghilterra aveva un incontro ravvicinato con un UFO, sull'aereo che dagli Stati Uniti lo stava riportando in patria...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU