America sotto shock

VIDEO / Florida, strage dell'Isis nel locale gay: oltre 100 tra morti e feriti

I frenetici momenti dell'assedio da parte delle forze di polizia al terrorista asserragliatosi nel club "Pulse" di Orlando. Poi ucciso

Redazione

È il più brutale e spaventoso massacro della storia americana. Il killer, che è stato ucciso al termine degli scontri, era seguito dall'Fbi. Una telefonata al 911 - il numero delle emergenze negli Usa - in cui ha giurato fedelta' all'Isis e al suo leader al Baghdadi. Poi l'ingresso in un night club di Orlando, Florida, frequentato dalla comunità gay per perpetrare la strage. L'intero Paese è sotto shock. Almeno 50 le vittime e 53 i feriti, di cui molti in gravi condizioni. "Un atto di terrore e di odio", ha tuonato Barack Obama parlando alla nazione in diretta tv, dalla Casa Bianca. 

E l'America torna ad essere sconvolta dalla minaccia del terrorismo. Con lo Stato islamico che attraverso l'Amaq, la sua agenzia di stampa, ha rivendicato l'attentato definendo l'autore "un combattente" del Califfato. Il killer, ucciso dalla polizia, si chiama Omar Mateen, 29 anni, cittadino americano di origini afghane. Un profilo simile al killer di San Bernardino, originario del Pakistan, e ai fratelli autori dell'attentato alla maratona di Boston, le cui radici erano in Cecenia. E che sembra Omar abbia citato nella sua telefonata.

Omar, nato a New York ed ex guardia giurata, viveva in una cittadina a quasi 200 chilometri dal luogo del massacro. Certo è che il killer era noto al Bureau: l'Fbi indagò due volte su di lui per terrorismo (e due volte fu interrogato, nel 2013 e nel 2014). Ma anche se venne inserito in una lista di presunti 'simpatizzanti' dell'Isis, le indagini non ebbero seguito, ha confermato stasera Ronald Hopper, un agente speciale dell'Fbi. "Il movente religioso non c'entra nulla, ha visto due gay che si baciavano a Miami un paio di mesi fa ed era molto arrabbiato", ha giurato invece il padre del killer. Che poi però si e' scoperto essere un sostenitore dei talebani afghani: "I nostri fratelli del Waziristan, i nostri guerrieri nel movimento e i talebani dell'Afghanistan stanno risollevandosi", arringa Mir Seddique Mateen in un video su YouTube.

Mentre si cerca di ricostruire quei terribili minuti che hanno sconvolto la vita delle centinaia di persone che sabato sera affollavano il Pulse, il locale gay più famoso della Florida dove era in corso una serata di musica latinoamericana. Omar è entrato e ha cominciato a sparare all'impazzata. I testimoni raccontano di scene di terrore con la gente che urlava e il fuggi fuggi generale. Il killer impugnava un fucile d'assalto e una pistola, e portava con se' un ordigno. Un secondo congegno esplosivo sarebbe stato ritrovato nell'auto dell'uomo. La sparatoria, iniziata all'interno del locale, sarebbe poi continuata fuori, quando una guardia che lavorava nel club ha tentato di affrontare l'aggressore. Quest'ultimo si e' ritirato nel retro e ha ripreso a sparare prendendo degli ostaggi. La polizia ha quindi deciso di intervenire ricorrendo a delle 'esplosioni controllate' per farsi largo. Almeno nove agenti hanno preso parte all'operazione che e' terminata con la morte del killer. Uno degli agenti è rimasto leggermente ferito, mentre un altro si e' salvato da un proiettile alla testa grazie all'elmetto. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU